Lay The Draw: funziona ancora? Si, ma…

I mercati del Trading Sportivo cambiano.

È fisiologico.

Così come accade nel mondo dei mercati finanziari, anche nel Trading Sportivo i mercati mutano nel tempo.

In particolar modo, all’interno di questo articolo, puntiamo l’accento sulla strategia Lay The Draw.

La domanda è questa…

“Ma questa strategia – tanto utilizzata in passato – funziona ancora?”

La risposta è SI, ma…

… non è più facile utilizzarla come una volta!

Ecco perchè diventa sempre più fondamentale studiare e comprendere sempre nuove strategie di investimento.

Ed è proprio questo lo scopo di Trading Sportivo Vincente: darti quelle che sono le migliori strategie di investimento per fare profitti nel mondo del Trading Sportivo.

> Se ancora non lo hai fatto, accedi ora al video che ho preparato per te dove ti mostro un investimento in diretta fatto sui mercati sportivi e che ha generato diverse centinaia di euro in solamente 15 minuti di gioco

Come investire con la strategia LTD?

Di fondamentale importanza risulta essere il momento in cui entriamo a mercato con la nostra strategia LTD.

Pensare di fare profitti con la strategia LTD semplicemente bancando il pareggio ad inizio partita, e chiudere l’investimento con il profitto, così come si faceva una volta, non è più la migliore strada da percorrere. Ovviamente, restano comunque dei casi, quota permettendo, dove tutto questo è ancora possibile.

Cosa fare quindi? Come entrare a mercato con questa strategia?

Con i nostri stress test alle strategie di investimento, stiamo riscontrando che il migliore momento per entrare a mercato con questa strategia di investimento, è nel secondo tempo.

Non più quindi in prematch, o nei primi minuti di gioco.

Il motivo di questa scelta è riconducibile al fatto che abbiamo una quota più bassa (che in soldoni vuol dire meno responsabilità a parità di profitto). Spesso può arrivare addirittura alla metà della quota in prematch o comunque di quella dei primi minuti di gioco.

Il secondo vantaggio è che in caso di goal, la quota opposta alla nostra, quindi la quota “Banca”, sale di più rispetto a quando il goal accade nel primo tempo, in quanto mancano meno di minuti di gioco per riportare la partita in pareggio.

Un altro vantaggio da non sottovalutare, è che adesso non conta chi ha segnato il goal.

Quando investiamo con la strategia Lay The Draw in prematch, o nei primi minuti di gioco, nel caso in cui vi era una squadra favorita, e la squadra sfavorita segna il goal, solitamente la quota del LTD, nel primo tempo, non ci permette di avere un profitto adeguato, in quanto addirittura adesso la probabilità che la partita finisce in pareggio è aumentata.

Quando invece investiamo nel secondo tempo, nel caso di goal della sfavorita, la quota della bancata del pareggio vede comunque un rialzo che ci permette di fare un profitto interessante.

Qual è il lato negativo della entrata a mercato nel secondo tempo?

In primis, il lato negato della entrata a mercato del secondo tempo, è che vi sono meno opportunità di investimento: dobbiamo beccare la squadra che si trova sul pareggio alla fine del primo tempo, e che secondo le nostre analisi quella partita termina con la squadra di casa o fuori casa in vantaggio.

Quali sono gli errori più comuni?

Feeermati!

Non andare subito a mercato ad utilizzare questa strategia!

Uno degli errori che vedo fare più spesso, a chi si sta avvicinando ora al mondo del trading sportivo, è quella di dire “ok, ho capito!” e buttarsi a capofitto a testare questa strategia.

Purtroppo, le cose, non funzionano qui.

L’analisi in prematch è una delle cose fondamentali che un trader sportivo deve fare.

E’ inutile utilizzare questa strategia se non facciamo un lavoro di ricerca statistica.

La ricerca statistica va fatta in prematch, così come quando il match è iniziato e quindi “in play”.

Vuoi approfondire meglio il mondo del Trading Sportivo?

Se vuoi approfondire il mondo del Trading Sportivo, e scoprire quelle che sono le migliori strategie di investimento, allora inizia da questo video che abbiamo preparato per te.

> Clicca qui per accedere al video

 

 

>